CHI SIAMO

Viva la Vida è un viaggio nel cuore della Cambogia

Il nostro punto di partenza

Nasce Viva la Vida

Nel 2016 il viaggio per il mondo di Nicola Regina si trasforma in qualcosa di più grande.

Nasce Viva la Vida.

Nel suo primo anno di vita, Viva la Vida collabora con il gruppo CalabriaXIdomeni nei campi profughi della Grecia, dove nasce il progetto Oltreconfine a sostegno dei rifugiati della guerra in medio-oriente. In un anno vengono aiutate diverse famiglie curdo-siriane, grazie anche a missioni umanitarie organizzate per consegnare beni di prima necessità.

La nostra missione in Cambogia

L’orfanotrofio di Kampong Cham e la scuola a Phum Thmey

Nel 2017 Viva la Vida si sposta in Cambogia, con l’obiettivo di aiutare bambini e famiglie che vivono nei contesti meno fortunati, migliorando le situazioni di degrado e creando nuove opportunità educative e lavorative. 

Tutto ha inizio nell’orfanotrofio di Kampong Cham, dove Viva la Vida ancora oggi realizza progetti educativi per bambini e adolescenti.

In seguito, grazie alla vendita del libro Controvento e al grande canale di volontariato che si sviluppa attorno all’associazione, Nicola riesce a costruire una scuola nel villaggio Phum Thmey, a 12 km dalla città di Kampong Cham. Da questo momento la scuola cresce ogni giorno, con nuovi progetti, lezioni e, soprattutto, bambini.

La pandemia scombussola tutto. Con il suo arrivo, i ragazzi più grandi del villaggio prendono in mano i progetti e insieme, con tanto impegno, riusciamo a mantenere viva la scuola. E’ stato un anno difficile, un anno di ripartenza e spesso ricominciare è più difficile che cominciare da zero. Ci vuole forza, coraggio, e soprattutto tanta consapevolezza.

La scuola da sola non basta più

Nasce On My Way

Nell’ultimo periodo abbiamo osservato e studiato i problemi. Adesso siamo pronti a continuare questo viaggio ancora più forti di prima, grazie ad un nuovo immenso progetto, che si pone un unico grande obbiettivo: offrire un futuro diverso a chi non ha scelta. Abbiamo capito che la scuola da sola non basta, dobbiamo fare di più.

Quel di più si chiama On My Way.

Il nostro nuovo centro di accoglienza e inserimento lavorativo, situato a Kampong Cham, ha l’obiettivo di rendere sostenibili tutti i nostri progetti in Cambogia e creare opportunità lavorative concrete per il futuro dei ragazzi e delle ragazze del centro.

Un modello di educazione ambientale

Nasce Sart Koh Samraong

Poco distante da Kampong Cham, è presente un’isola nel fiume Mekong immersa nella natura e di una rara bellezza, soltanto apparente. L’ingente presenza di rifiuti e l’assenza di un sistema di raccolta, gestione e smaltimento, rendono infatti l’isola di Koh Samraong una discarica a cielo aperto, dove gli scarti vengono gettati lungo i bordi delle strade e periodicamente bruciati.

Per questo motivo nasce Sart Koh Samraong.

Il nuovo centro culturale realizzato sull’isola, rappresenta la sede da cui gestire tutti i progetti ambientali ed educativi che l’associazione intende sviluppare, in collaborazione con le scuole locali. L’obiettivo è educare bambini e ragazzi dell’isola ai temi legati alla raccolta, al riciclo e riutilizzo dei rifiuti in plastica e non, mediante realizzazione di lezioni e workshop presso il nostro laboratorio.

La nostra ONG cambogiana

Nasce la Onlus DNG

Per gestire direttamente sul territorio tutti i nostri progetti educativi per bambini e adolescenti che vivono in condizioni di difficoltà o situazioni familiari precarie, abbiamo costituito una ONG cambogiana gestita dai ragazzi e dalle ragazze del centro.

Nasce la Onlus DNG, Development for New Generation.

L’obiettivo è offrire un futuro diverso a chi non ha scelta, rendendolo libero, autonomo e autosufficiente, garantendo una istruzione scolastica adeguata e aumentando e migliorando le opportunità lavorative e di inserimento nella società.

Torna in alto